L’emblema della Fédération Europeenne des Sites Clunisiens

22 06 2011

Scelto nel 1994, all’epoca della fondazione della Fédération, il suo emblema si ispira all’antico sigillo degli abati di Cluny, nonchè della congregazione monastica cluniacense. Quest’ultimo era costituito da uno scudo in campo rosso, sul quale spiccano le due chiavi dorate di San Pietro, disposte in forma di croce di Sant’Andrea, e la spada argentea di San Paolo, posta verticalmente al centro con l’elsa in basso.

Chiavi e spada avevano due significati: da un lato rimandavano alle figure dei due prìncipi degli Apostoli, Pietro e Paolo, protettori dell’abbazia; dall’altro alludevano ai due poteri esercitati dall’abate di Cluny, che sull’abbazia e sul suo territorio deteneva tanto l’autorità spirituale (le chiavi) quanto la signoria temporale (la spada). Rispetto all’antico stemma abbaziale, l’emblema della Fédération è però in forma di rosone circolare a dieci petali.

La forma circolare vuole esprimere l’unione fra le persone e i siti aderenti; il rosone allude invece ad una forma assai comune nell’architettura e nella scultra romanico-gotica; i petali, infine, sono dieci quante erano le province in cui era suddiviso l’ordine cluniacense nel ‘200 (Alvernia, Francia, Guascogna, Lionese, Poitou, Germania, Inghilterra, Spagna e Lombardia).
Da sabato 18 giugno 2011 questo emblema ricco di storia e di significati spicca anche sulla chiesa di San Pietro in Castello. La sua vista stimoli tutti coloro che la visitano a lavorare per la salvaguardia del passato e per la costruzione di un futuro senza barriere.

Annunci




La nuova Guida alla chiesa di San Pietro e al Castello Ricetto di Carpignano Sesia (italiano ed inglese)

17 06 2011

La nostra Associazione  è lieta di presentarvi la nuova guida storico-artistica
della chiesa di San Pietro e al Castello di Carpignano Sesia, scritta da Franco Dessilani
 
La pubblicazione della guida è stata possibile grazie al sostegno determinante di ATL Novara e costituisce una tappa significativa nel cammino dell’Associazione, che per il secondo anno consecutivo opera per la valorizzazione e la conoscenza di un monumento fra i più importanti dell’architettura e della pittura romanica della regione.
La presentazione, a cura del prof.Dorino Tuniz, si è tenuta il 7 maggio 2011 nella Sala Consiliare del Municipio di Carpignano Sesia